Vai al contenuto

Cast

EVELYN FAMA' - ATTRICE ED AUTRICE

Comincia come danzatrice. In seguito, diplomandosi all’Accademia d’arte Drammatica Umberto Spadaro del Teatro Stabile di Catania, affina qualità interpretative e canore. Il suo curriculum d’attrice riporta nomi di registi di fama internazionale come: Marco Baliani, Jean Claude Penchenat, Eimuntas Nekrosius, Luca Ronconi, Lamberto Puggelli, Alvaro Piccardi, Franco Però, Armando Pugliese, Michele Mirabella, Alessandro di Robilant, Luca lucini… ed importanti premi. Vince infatti: nel 2001, il “Premio Internazionale Salvo Randone” (SR), nel 2004 il premio “Hystrio alla vocazione” (MI), nel 2009 la 18ma edizione del Festival Nazionale del Cabaret di Torino ed il Premio Ernst Thole per l’interpretazione più originale.
Tra le tournée nazionali con compagnie primarie citiamo “Chantecler” (vincitore di 3 premi olimpici del teatro), “La Lunga vita di Marianna Ucria”, “Ecuba” con il ruolo di “Polissena” al fianco di Paola Gassman e, in occasione del centenario I.N.D.A., "Le Troiane" ("Verso Argo"), col ruolo di “Cassandra”. Tra le protagoniste interpretate a teatro anche “Alda” di “Tra vestiti che ballano” di Rosso di San Secondo con Ida Carrara, “Mirra” in “Mirra” di V. Alfieri, Jane Hopcroft in “Natale in cucina”.
Per il cinema e la televisione interpreta, diretta da G. Albano, il ruolo di Palmira Frisone, nel film Rai “Il Figlio della luna”. Ha lavorato in coppia comica con Nino Frassica coprotagonista nel film “Un Milione di giorni” di Manuel Giliberti, protagonista anche della docufiction “La Voce del corpo” di Luca Vullo (Film d’essai) e del film di Alessandro Di Robilant “Mauro c’ha da fare”, In Tv: per Sky, attrice comica nella sitcom “Phone center Brambilla” (Jimmy Channel) e nel cast di “Bambine Cattive” per 8 puntate andate in onda su Comedy Central. Testimonial inoltre dello spot per la campagna abbonamenti Calcio Catania 2008 e per la Lidl 2013 (arance), quest’ultimo diretto da Luca Lucini.
Protagonista femminile anche in numerosi cortometraggi comico-grotteschi di A. Marinaro, tra cui spicca il mediometraggio “Motore” Vincitore de “la 25ma ora” di “La7 (definito l’ “8 e ½” dei corti del 2000) in cui è presente con un cameo.
Dal 2007 replica il suo monologo comico “Morir di fama”, regia Carlo Ferreri, riscuotendo successo di critica e pubblico. Rappresentato anche in stagione allo storico Teatro Cafè Sconcerto di Venezia in collaborazione con Zelig. Con pezzi tratti dal suo show Evelyn ha vinto (oltre al già citato F.N.D.C. di Torino) anche una menzione speciale per l’interpretazione al Premio Calandra ed il Premio Rubens - i grandi siciliani nel mondo (MI). Arricchiscono inoltre la sua esperienza Musical e operette: dal famosissimo “Pipino il breve” con il ruolo da Attrice protagonista “Falista” a “Il Pipistrello” di Strauss con Solenghi e Micheli impegnata nel ruolo da mezzo soprano “Ida”. Non manca il teatro di tradizione popolare con Tuccio Musumeci ed in compagnie primarie ricoprendo, più volte, il ruolo dell'attrice giovane.

CLICCA PER SCARICARE LA BIOGRAFIA IN ITALIANO.

CLICK TO DOWNLOAD ENGLISH BIOGRAPHY.

- - -

CARLO FERRERI - REGISTA

Attore, regista, speaker trainer e insegnante di recitazione, Carlo Ferreri lavora professionalmente per teatro cinema e televisione dal 1990.
Distinguendosi come attore poliedrico al fianco di attori del calibro di Gianrico Tedeschi, Giuseppe Pambieri, Pippo Pattavina, Daniela Mazzuccato, Luigi Lo Cascio, Claudio Gioè, Giorgio Tirabassi, Tuccio Musumeci, Luca Zingaretti, Luigi Burruano, Elio Germano, Mita Medici, Valeria Ciangottini, lavora per molti anni stabilmente in compagnie primarie come lo Stabile di Trieste, lo Stabile di Catania, gli Artisti associati di Gorizia, girando in tournèe nazionali e diretto dai più importanti registi viventi italiani, come il maestro Antonio Calenda, Armando Pugliese, Lamberto Puggelli, Franco Però.
Decine le partecipazioni in cinema e tv, diretto da grandi maestri quali Marco Tullio Giordana, Enzo Monteleone, Gianluca Tavarelli in film tv come "I 57 giorni", "Il capo dei capi", "Borsellino", "Una sola debole voce", "I cento passi", "Il giovane Montalbano".
Ha ottenuto numerosi riconoscimenti con il ruolo protagonista nel mediometraggio "Motore!" di Alessandro Marinaro (vincitore de La 25ora di La7 e come miglior attore al Quadra FilmFest).
Impegnato come protagonista di alcuni importanti spot nazionali come quello del Calcio Catania o per la Galbani, inoltre protagonista nei panni di Mauro per il film di Alessandro Di Robilant "Mauro c’ha da fare". E’ anche impegnato in alcune regie teatrali di grande successo come per lo spettacolo pluripremiato "Morir di fama" di e con Evelyn Famà e "Libero Amleto" con Saro Minardi. Da due anni è consulente artistico del prestigioso Teatro Donnafugata.

SCARICA LA BIOGRAFIA - DOWNLOAD BIOGRAPHY.

- - -

SIMONE RAIMONDO - SCENE E COSTUMI

Raimondo Simone si occupa di teatro da oltre venti anni; dal 2000 è responsabile tecnico del Piccolo Teatro di Catania, presso cui svolge svariate attività dal tecnico del suono, elettricista, datore luci, macchinista, scenotecnico, direttore di scena. Tra il 2010 ed il 2013 è responsabile tecnico presso il Teatro Donnafugata di Ragusa Ibla; e dal 2012 collabora in qualità di tecnico presso il Teatro del Canovaccio.
Collabora inoltre con diverse società di produzione video, in qualità di direttore della fotografia e scenotecnico per la realizzazione di spot pubblicitari, videoclip, cortometraggi (tra queste, 095mm ed Extempora).

 
 
 
 
 
 
 
- - -

SCARICA IL COMUNICATO STAMPA

CONDIVIDETE!